Scuola di Equitazione

Con il termine equitazione si intende l’utilizzo sportivo del cavallo da parte dell’uomo. L’equitazione presenta diverse discipline, alcune delle quali rientrano nel programma olimpico. (fonte Wikipedia)

Presso il Centro EOS è attiva una scuola di equitazione, formata da istruttori professionisti, dove è  possibile imparare numerose attività equestri. 

Un’attività di insegnamento che si rispetti comincia dalle basi. Per potere montare a cavallo infatti, è giusto che l’allievo impari le attività elementari della disciplina che intende intraprendere; per questo gli istruttori dell’EOS, avviano un percorso educativo che comincia con ciò che viene definito come “confidenza con il cavallo”. 

Questa fase parte dall’attività in scuderia: la pulizia del cavallo ad inizio ed a fine lezione, la spiegazione della composizione dei finimenti e della sella nonché il contestuale insegnamento delle operazioni di sellare, dissellare e utilizzare correttamente la testiera.

Una volta acquisite e messe in pratica queste nozioni fondamentali, arriva il momento più emozionante. Salire a cavallo. 

Anche qui si parte dalle basi, ovvero portare il cavallo sul terreno di lavoro, salire e scendere, l’uso delle redini e l’importanza dell’equilibrio. Il tutto con la massima serenità possibile…..

Le prime lezioni, sempre in presenza di un istruttore qualificato, vengono effettuate “alla corda” all’interno di un campo chiamato in gergo “tondino”. Qui si comincia il vero e proprio lavoro: gli esercizi iniziali sull’impostazione del cavaliere/amazzone, la cura dell’assetto e della staffatura, la posizione a cavallo e infine…..i primi passi…..

Da qui in poi è solo crescita. Le attività successive infatti, sono scandite da momenti diversi che porteranno il cavaliere/amazzone ad acquisire quella consapevolezza del binomio che gli/le permetterà di raggiungere la propria autonomia in sella.

Salto ad ostacoli

Il salto ostacoli è un termine che identifica una disciplina dell'equitazione, la quale vede impegnato il binomio uomo-cavallo, nell'interpretazione e risoluzione di un percorso ad ostacoli. Nell'accezione comune, si parla di concorso ippico.

L'altezza degli ostacoli, la difficoltà del percorso e il numero di ostacoli da superare dipende dalla categoria alla quale si partecipa e dalla preparazione atletica di cavallo e cavaliere.

Il Salto Ostacoli è la specialità  principe dell'equitazione. Nel nostro paese è la più diffusa e praticata e quella che vanta le maggiori tradizioni. I concorrenti debbono affrontare, all'interno di un campo di gara circoscritto (in erba o in sabbia, all'aperto o "indoor") un percorso composto da ostacoli mobili costruiti in legno e composti da vari elementi come barriere, tavole, cancelli e balaustre.

Gli ostacoli possono essere di vario tipo, definiti dritti se con uno sviluppo solo in verticale, larghi o triplici se presentano anche una profondità , e devono essere superati senza essere abbattuti mentre il livello di difficoltà  delle gare dipende dall'entità  degli ostacoli e dai diversi tipi di categorie (a barrage, a tempo, a due manches, di potenza, derby etc.). Ogni abbattimento (errore) da parte del concorrente viene penalizzato, così come l'eventuale rifiuto di fronte a un ostacolo o la caduta di cavallo e/o cavaliere. Il cavallo da salto ostacoli deve essere potente e maneggevole, oltre che preciso, veloce e completamente rispondente alle azioni del cavaliere.

(Fonti Wikipedia e FISE)

Volteggio

Il Volteggio a cavallo consiste in una sorta di ginnastica acrobatica, eseguita da uno o più volteggiatori, i quali eseguono figure su di un cavallo che procede al passo o al galoppo a ritmo di musica.

Il cavallo viene bardato con un "fascione" al posto della sella e girato alla corda da un "longeur" a terra che garantisce l'andatura costante dell'animale.

L'esecuzione degli esercizi viene valutata da un'apposita giuria e sono previste sia gare individuali che a squadre, entrambe articolate su una prova obbligatoria ed una libera.

Diversamente dalle altre discipline equestri, nel corso della prestazione, i volteggiatori possono lavorare contemporaneamente fino a tre insieme o alternandosi individualmente.

E' una disciplina molto dinamica che richiede l'esecuzione di figure complesse in tempi molto ridotti, in armonia con il cavallo, e la cui successione deve avvenire nel modo più fluido ed originale possibile utilizzando al massimo la propria creatività  motoria. L'utilizzo della musica come sottofondo alle esibizioni, inoltre, enfatizza e mette in risalto l'espressività del volteggiatore, aspetto questo che può avvantaggiare o penalizzare la performance (più si è espressivi e in accordo con la musica e meglio si viene valutati.)

Tra le figure più semplici da eseguire ci sono: la Bandiera, l'Ago e l'In piedi. Tra le più complesse invece: la verticale, la rondata , i salti, i salti giri e i flic flac.

Oltre all'agonismo, il Volteggio riveste un ruolo molto importante per l'approccio dei giovanissimi al cavallo e, anche per questo, è considerato propedeutico a tutte le altre discipline equestri.

E' oltremodo significativo e rilevante il suo utilizzo in qualità  di supporto riabilitativo.

(Fonti Wikipedia e FISE)

Salto e Ginkane

Il Salto Ostacoli è la specialità  principe dell'equitazione. Nel nostro paese è la più diffusa e praticata e quella che vanta le maggiori tradizioni. I concorrenti debbono affrontare, all'interno di un campo di gara circoscritto (in erba o in sabbia, all'aperto o "indoor") un percorso composto da ostacoli mobili costruiti in legno e composti da vari elementi come barriere, tavole, cancelli e balaustre.
Gli ostacoli possono essere di vario tipo, definiti dritti se con uno sviluppo solo in verticale, larghi o triplici se presentano anche una profondità , e devono essere superati senza essere abbattuti mentre il livello di difficoltà  delle gare dipende dall'entità  degli ostacoli e dai diversi tipi di categorie (a barrage, a tempo, a due manches, di potenza, derby etc.).
Ogni abbattimento (errore) da parte del concorrente viene penalizzato, così come l'eventuale rifiuto di fronte a un ostacolo o la caduta di cavallo e/o cavaliere.
Il cavallo da salto ostacoli deve essere potente e maneggevole, oltre che preciso, veloce e completamente rispondente alle azioni del cavaliere.
FONTE: WWW.FISE.IT

Pony club

Il Centro EOS dispone attualmente di dieci pony per attività dai 4 ai 14 anni. Le attività praticate sono, in generale, le stesse praticate a cavallo e cioè:
    Horseball a squadre, con partecipazione a campionati regionali e nazionali (Pony Bimbi)
    Volteggio e Ginnastica
    Endurance, nelle due categorie 5 Km e 10 Km.
La scuola pony conta circa trenta allievi ed ha una programmazione divisa in due fasi. La prima, principalmente ludica, in cui il bambino si avvicina ed impara a conoscere il suo nuovo amico pony e il mondo che lo circonda.
La seconda fase, più rigida e tecnica, in cui si apprendono le conoscenze basilari di questo sport con un forte e crescente spirito agonistico e sportivo.

Partners

partners agricola traina